Miglioramento genetico assistito da marcatori molecolari (MAS – Marker Assisted Selection)

La «MAS» (acronimo di Marker Assisted Selection o Selezione Assistita da Marcatori Molecolari) consente di usare frammenti di DNA associati a determinati geni (noti come marcatori molecolari) per selezionare in modo molto efficiente piante che portano specifici caratteri, qualitativi e quantitativi, di importanza bio-agronomica (la resistenza alle malattie e altre caratteristiche di adattabilità a condizioni di stress, il contenuto proteico della cariosside, il peso della cariosside, la resa).

Il vantaggio del miglioramento genetico assistito da marcatori risiede nella possibilità che si ha di determinare la presenza della caratteristica genetica desiderata direttamente a livello del DNA (vale a dire del “genotipo”), al contrario della selezione tradizionale che si basa sulla valutazione dei caratteri tramite un’analisi del “fenotipo” cioè a livello dell’intera pianta o di sue porzioni, accelerando e semplificando i tempi di ottenimento di nuove varietà e garantendo una maggiore efficienza rispetto al miglioramento convenzionale.

E’ importante sottolineare che una pianta ottenuta con tali tecniche non è una pianta OGM (organismo geneticamente modificato). Nel caso della MAS si incrociano solamente genomi tra loro compatibili come si fa nel miglioramento genetico tradizionale, ovvero si lavora solo entro una stessa tipologia di semi o di piante, con la sola differenza che si abbrevia di molto il raggiungimento dei risultati; nel caso degli OGM invece, i genomi che vengono incrociati possono venire da specie diverse, come in natura non potrebbe mai avvenire e con risultati che sono molto più difficilmente prevedibili.

Il moderno miglioramento genetico deve quindi basarsi sulla biodiversità e deve saper sfruttare la selezione molecolare in combinazione con la selezione tradizionale. In tal modo, la disponibilità di biodiversità da un lato e di efficienti strumenti di selezione dall’altro sono i due aspetti fondamentali per assicurare un futuro nel settore del rinnovamento varietale, a fronte dei mutamenti climatici e nel rispetto dell’ambiente, continuando a perseguire quei requisiti fondamentali (elevato contenuto proteico, alta qualità del glutine ed un elevato indice di giallo) al fine di realizzare varietà in grado di produrre granella di qualità.

Newsletter

Menu Principale